ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Usa, la strage del Virginia Tech si poteva evitare

Lettura in corso:

Usa, la strage del Virginia Tech si poteva evitare

Dimensioni di testo Aa Aa

La strage del Virginia Tech, negli Stati Uniti, si poteva evitare. E’ questa la conclusione del rapporto di una commissione indipendente. Gli addetti alla sicurezza e i dirigenti dell’università hanno tardato a dare l’allarme, permettendo che uno studente, Cho Seung-Hui, facesse una carneficina.

Si sapeva infatti che il giovane era mentalmente disturbato, come spiega il governatore della Virginia, Timothy Kaine, che ha ordinato il rapporto:
“Non credo che al campus nessuno sapesse che lo studente aveva già parlato di Columbine e che avesse delle ossessioni. Bastava mettere insieme le informazioni che circolavano su di lui”.

L’università non era intervenuta quando Cho Seung, il 16 aprile scorso, aveva sparato alle prime due vittime, al dormitorio dell’università.

Il giovane aveva invece avuto il tempo di andare in un ufficio postale a spedire un pacco agli uffici delle tv NBC con video, foto e una sorta di testamento. Quasi due ore dopo, armato fino ai denti e colmo d’odio e di risentimento, era tornato al campus per uccidere altre 30 persone, tra studenti e insegnanti.