ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Iraq, violenze contro pellegrini e vittime a Kerbala

Lettura in corso:

Iraq, violenze contro pellegrini e vittime a Kerbala

Dimensioni di testo Aa Aa

Decine di migliaia di pellegrini sono arrivati nella città santa di Kerbala a sud di Baghdad, in Iraq, per partecipare a una festa religiosa che celebra la nascita, nel nono secolo, dell’imam Muhammad Al Mahdi.

Dopo un inizio di mattinata tranquillo, sono stati riportati episodi di violenza vicino a un santuario, che ha provocato la morte di almeno quattro persone. Altri scontri e attacchi durante la mattinata hanno allarmato le autorità. Ieri sera in seguito agli scontri tra sostenitori del leader sciita Moqtada al Sadr, armati di pietre, e la polizia, avevano perso la vita altre sei persone.

Sale dunque la tensione nella città meta di pellegrinaggio da parte di fedeli sciiti provenienti da tutto il paese. Si temono altri atti di terrore da parte di estremisti sunniti e legati ad Al Qaeda. Sul posto sono stati dispiegati diecimila agenti di polizia e cinquemila soldati iracheni ma non sono presenti le truppe della coalizione. Vicino ai luoghi sacri non si puo’ accedere in automobile e i poliziotti perquisiscono tutti i fedeli.

La massiccia presenza delle forze dell’ordine è quindi giustificata da questi episodi e dall’attentato suicida di ieri all’interno di una moschea di Falluja, in cui hanno perso la vita dieci persone. E anche nella giornata di oggi, si segnalano attentati a Diyala e nella capitale Baghdad.