ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Gul introduce il velo dentro la residenza del presidente turco

Lettura in corso:

Gul introduce il velo dentro la residenza del presidente turco

Dimensioni di testo Aa Aa

Un modo di fare affabile, un aspetto gioviale, uno stile opposto a quello del suo predecessore. 56 anni, Abdullah Gül, il nuovo capo dello Stato turco, forte della sua esperienza come ministro degli Esteri, porterà in alto la bandiera del suo Paese sulla scena internazionale.

Ma, per diversi analisti turchi, l’entusiasmo si ferma qui. Il nuovo presidente desta preoccupazione. La moglie con il capo coperto alla serata della vittoria elettorale di luglio del suo partito, l’Akp, ha scatenato le critiche dell’opinione pubblica. Una buona parte lo accusa di volere erodere la laicità dello Stato.

Stessa cosa è successa con la figlia, ritratta sempre con il velo all’università di Ankara, mentre tutti i simboli di appartenenza religiosa sono vietati nelle università e negli edifici di Stato. Ma Abdullah Gül si difende e giura di non volere mettere in discussione la laicità dello Stato.

Poco prima della sua elezione, ha ricordato che èla Costituzione a garantire alla moglie, nuova First Lady del Paese, il diritto di portare il velo, precisando che oltre la metà delle donne turche lo indossa.

Cosa vietata alle mogli dei militari. Proprio questi ultimi non si fidano degli impegni verbali presi da Gül, che come presidente è anche capo dell’esercito. Moglie e figlia osservanti e il suo passato di islamico radicale per loro non sono di certo una garanzia di effettiva laicità.

E con queste premesse, c‘è da scommettere che l’esercito lo terrà sotto stretta sorveglianza.