ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Più di 60 morti nei roghi. Taglie fino a 1 milione di euro sui piromani

Lettura in corso:

Più di 60 morti nei roghi. Taglie fino a 1 milione di euro sui piromani

Dimensioni di testo Aa Aa

I morti sono oltre 60. Olimpia è scampata alle fiamme per un soffio. E’ un quadro impressionante quello della situazione in Grecia, con un bilancio che rende gli incendi di questi giorni fra i più gravi che si ricordino. Il Paese resta in Stato d’emergenza, vigili del fuoco e protezione civile faticano a contenere la violenza di oltre 170 roghi. Sotto scacco tutto il Sud, il Peloponneso e la città dove nacquero i giochi in onore di Giove. Olimpia, patrimonio dell’umanità secondo l’Unesco, è uno fra i più importanti siti archeologici al mondo.

Nella certezza che le fiamme siano frutto di azioni criminali, il governo ha offerto ricompense fino a un milione di euro per chi fornisca indicazioni che portino ad identificare i responsabili. La tv greca ha diffuso immagini di presunti piromani.

“La tempistica con cui gli incendi divampano, quasi sempre di notte, la loro localizzazione, in luoghi difficilimente raggiungibili, ci spingono a concludere che siamo di fronte a una minaccia d’origine criminale” ha il detto il ministro all’Ordine Pubblico.

Migliaia gli ettari di terreno bruciati e di abitazioni andate in fumo. E per il Paese un danno enorme arriva con le prenotazioni disdette da parte di migliaia di turisti.