ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Marocco, islamici moderati favoriti nelle legislative di settembre

Lettura in corso:

Marocco, islamici moderati favoriti nelle legislative di settembre

Dimensioni di testo Aa Aa

Calcio di inizio della campagna elettorale per le legislative in Marocco. Il prossimo 7 settembre, gli elettori saranno chiamati a scegliere fra 33 partiti e tredici liste indipendenti. In ballo ci sono i 325 seggi della camera dei rappresentanti. Favorito è il Partito della Giustizia e dello Sviluppo, di ispirazione islamica. Nelle precedenti elezioni è passato da 14 a 82 seggi. E ora il suo leader, Saad Eddine el Othmani, mira a trasformarlo nella principale forza politica del paese. Per farcela, punta sulla lotta alla corruzione. I suoi avversari, laici e socialisti, lo accusano di creare terreno fertile per il terrorismo islamico, in un paese dove è attiva la cellula di Al Qaeda nel Maghreb.

Il re Mohammed VI ha dichiarato che le prossime elezioni rappresenteranno un salto qualitativo nella democrazia del Marocco. Un giornalista marocchino, Ahmed Reda Benchmesi, è finito sotto processo per averne dubitato, e rischia fino a 5 anni di prigione. Un paradosso. Pur essendo considerato il più tollerante dei paesi arabi in materia di libertà della stampa, in Marocco alcuni temi restano tabù, e chi ne parla si espone a sanzioni giudiziarie.