ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Grecia devasata dagli incendi, più di 40 le vittime

Lettura in corso:

Grecia devasata dagli incendi, più di 40 le vittime

Dimensioni di testo Aa Aa

Grecia sotto chok a causa degli incendi. Si avvicinano a 50 le vittime accertate. Tra queste una madre e i suoi quattro figli tra i 5 e i 15 anni, morti su una strada non lontano da Mahista, nel Peloponneso sud occidentale. Ma il bilancio potrebbe aumentare di ora in ora, dal momento che le fiamme hanno isolato interi villaggi.

Un rogo è scoppiato anche a venti chilometri da Atene, costringendo a chiudere al traffico l’autostrada che conduce all’aereoporto.

Il primo ministro Kostas Karamanlis ha dichiarato lo stato di emergenza in tutto il paese, aggiungendo che per i piromani saranno previste pene severe. Alcune ore prima, aveva indetto una giornata di lutto nazionale.

Per contrastare gli incendi nel sud del Peloponneso il governo ha inviato l’esercito. 700 soldati sono al lavoro per cercare di contenere le fiamme nelle tre zone più colpite.

Sono più di trenta gli incendi scoppiati nella notte. Gli inquirenti ritengono che la maggior parte siano di origine dolosa e i media locali non esitano a parlare di tragedia annunciata.

Nelle zone devastate dalle fiamme, i vigili del fuoco hanno trovato corpi carbonizzati di persone che tentavano di fuggire in auto. Tra gli abitanti la disperazione è palpabile.

“Abbiamo visto dei morti sulla strada, ma non li ho riconosciuti. Mia moglie ancora non so dove sia finita”.

“Ho portato i miei figli mia moglie e i nipotini fino alla spiaggia, poi sono tornato qui a Artemida. Nessuno ci ha offerto aiuto, tranne i vicini di casa. Soccorritori non ne ho visti”.

“Sono sola qui, la mia famiglia è a Atene. Nessuno è venuto a cercarmi e io come faccio a partire, senza mezzi di trasporto?”.

L’Unione europea ha attivato il meccanismo della protezione civile per assistere la Grecia nel contrastare gli incendi. La Francia ha inviato due aerei, la Germania tre elicotteri.