ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La Georgia anticipa l'integrazione del sistema radar con la NATO

Lettura in corso:

La Georgia anticipa l'integrazione del sistema radar con la NATO

Dimensioni di testo Aa Aa

I radar georgiani saranno integrati ancor prima del previsto nel sistema dell’Alleanza atlantica: lo annuncia il governo georgiano, dopo una serie di consultazioni con i vertici della NATO.
L’iniziativa, che già nei tempi previsti non faceva certo piacere a Mosca, subisce un’accelerazione notevole: tanto che a sorvegliare le frontiere russe anche dal lato caucasico potrebbe essere la Nato già nel prossimo autunno.
L’accelerazione è dovuta, secondo i georgiani, alle violazioni dello spazio aereo compiute dai russi: la prima due settimane fa, quando sarebbe stato lanciato anche un missile, e una, forse due, nello scorso fine settimana. È il vice-ministro della difesa, Batu Kutelia, a lanciare la nuova accusa: “Il sistema radar ha rilevato una nuova violazione dello spazio aereo georgiano: un aereo è penetrato due volte, fino a una profondità di cinque chilometri, la velocità del velivolo era di circa 500 chilometri orari, e i tracciati del radar stanno lì a provarlo”, ha detto.
“Soffrono di allucinazioni”, risponde lo Stato Maggiore russo, facendo notare che nessun caccia vola a velocità così basse.
I quanto al missile caduto senza esplodere in un campo, due settimane fa: è una messinscena, secondo i russi.