ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Gaza: l'UE cambia idea. Torna la luce

Lettura in corso:

Gaza: l'UE cambia idea. Torna la luce

Dimensioni di testo Aa Aa

Torna la luce a Gaza. La Commissione europea ha annunciato che da domani, in maniera provvisoria, sarà ripristinato il finanziamento necessario ad alimentare l’unica centrale elettrica della Striscia di Gaza.

L’area è al buio da venerdí scorso. L’Unione europea ha deciso di non pagare piú le bollette per il sospetto che Hamas, avendo il controllo della Striscia, intascasse una parte dei contributi. Preoccupazione per il momento accantonata. “Siamo pronti a ricevere una delegazione europea indipendente – ha assicurato l’ex premier palestinese Ismail Haniyeh – affinchè indaghi su tutti gli aspetti di questa vicenda e ne comunichi l’esito a tutto il popolo palestinese”.

La portavoce della Commissione europea, Antonia Mochan, difende le decisioni assunte dall’Unione. “Avevamo ricevuto l’informazione che Hamas utilizzasse a fini propri i contributi da noi stanziati per garantire l’approvvigionamento di energia. Inevitabile effettuare al riguardo un’inchiesta. Fa parte della nostra politica verificare che i nostri soldi siano spesi bene”.

La decisione di assicurare di nuovo i finanziamenti è frutto di un accordo tra la Commissione europea e l’unica Autorità Palestinese riconosciuta, quella di Mahmoud Abbas.