ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Perù: stillicidio di scosse. Coprifuoco nelle zone terremotate

Lettura in corso:

Perù: stillicidio di scosse. Coprifuoco nelle zone terremotate

Dimensioni di testo Aa Aa

In Perù a 5 giorni dal terremoto le forti scosse di assestamento continuano a seminare morte. Ce ne sono state più di 400. L’ultima ieri, pari a 5,7 gradi della scala Richter, ha causato almeno un morto a Ica, vittima che va ad aggiungersi alle oltre 500 già registrate.

La distribuzione di cibo e acqua per i 33 mila senza tetto resta al di sotto delle necessità. La rabbia della popolazione priva di tutto si è già più’ volte espressa con episodi di saccheggio, mentre chi poteva ha lasciato le città lungo la costa a sud della capitale Lima devastate dal sisma.

Il presidente Alan Garcia ha trasferito invece il suo quartier generale proprio nella zona colpita, per dare un segnale di speranza alla popolazione. Ieri ha ricevuto la visita dell’omologo colombiano Alvaro Uribe. E in Perù’ è atteso anche il segretario di stato vaticano Tarcisio Bertone, che porterà la solidarietà del Papa.

A Pisco, Ica e Chincha è stato imposto il coprifuoco e sono stati inviati 2500 militari per garantire l’ordine e colpire lo sciacallaggio. Intanto le ruspe demoliscono le case pericolanti. Il governo ha promesso che la ricostruzione terrà conto delle norme anti sismiche.