ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Messico: Dean fa scappare i turisti

Lettura in corso:

Messico: Dean fa scappare i turisti

Dimensioni di testo Aa Aa

Turisti in fuga da Dean. Il ciclone si avvicina alle coste del Messico dove le autorità locali sono pronte al peggio. Secondo le previsioni potrebbe abbattersi sullo Yucatan dopo aver raggiunto la massima potenza devastatrice, la categoria 5, la stessa di Katrina. Tra gli evacuati, anche molti italiani.

“Ci dicono che è pericoloso, non so, non l’ho mai visto. Adesso ci portano a Merida. É piú sicuro”. “Pensavamo di essere al sicuro, cosí ci avevano detto, ieri invece ci hanno invitato a lasciare la costa. Seguiamo le istruzioni”. I turisti fuggono, i residenti si attrezzano per restare. Dean fa paura anche alle 140 piattaforme petrolifere del Golfo del Messico. 13 mila i lavoratori evacuati.

Dove l’uragano è già transitato si contano i danni e ci si attrezza per ricominciare. In Giamaica le raffiche di vento e le inondazioni hanno provocato la distruzione di case e strade. Quasi ovunque manca o scarseggia l’elettricità. La polizia ha rafforzato la presenza nelle aree piú colpite per limitare gli atti di sciaccallaggio. Il numero dei morti, finora, è contenuto: 5 tra Giamaica, Haiti, Martinica e Repubblica Dominicana.