ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La Francia prende in considerazione la castrazione chimica per i pedofili

Lettura in corso:

La Francia prende in considerazione la castrazione chimica per i pedofili

Dimensioni di testo Aa Aa

Castrazione chimica e apertura di un ospedale per il trattamento dei pedofili. La politica francese, finita la pausa estiva, riapre i battenti concentrandosi su temi di stretta attualità. Il presidente Nicolas Sarkozy, durante la riunione interministeriale di stamani, si è detto favorevole alla misura per i pedofili che accetteranno di farsi curare.

Sempre stamani Sarkozy ha ricevuto all’Eliseo il padre del piccolo Enis, il bambino di 5 anni violentato la settimana scorsa a Roubaix, nel nord della Francia, da un pregiudicato condannato già tre volte per abuso su minori. “Sono a favore di una legge dura e mi batterò per questo”, ha dichiarato il padre del bambino.

Mercoledì scorso il figlio era stato rapito e violentato da un pedofilo, rimesso in libertà il due luglio, dopo aver scontato 18 anni di carcere, dei 27 previsti, per abuso su minori. Tra le altre misure discusse dal governo, anche l’apertura del primo ospedale per pedofili a Lione. Qui il criminale sessuale, scontata la pena detentiva, se ritenuto ancora pericoloso, potrà essere curato.