ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Kouchner a Baghdad

Lettura in corso:

Kouchner a Baghdad

Dimensioni di testo Aa Aa

Viaggio a sorpresa a Baghdad del ministro degli esteri francese Bernard Kouchner. E’ la prima volta che un capo della diplomazia di Parigi visita l’Iraq, dall’invasione del 2003. Il governo francese era stato fra i più fermi oppositori alla guerra. La presenza per due-tre giorni in Iraq del ministro non vuol dire che la Francia cambia posizione, fa sapere il governo. Si tratta piuttosto di un modo per esprimere solidarietà al popolo iracheno: “I problemi dell’Iraq devono essere risolti dagli iracheni- ha detto il ministro- Per me e per il presidente francese Sarkozy non c‘è una soluzione militiare. L’unica soluzione è politica”.

Nel 2003, comunque, il fondatore di Medici senza frontiere, fautore della cosiddetta ingerenza umanitaria, si era un po’ differenziato dalla posizione ufficiale della Francia, facendo proprio lo slogan: “No alla guerra no a Saddam”.

Ieri Kouchner ha deposto una corona di fiori sul luogo dell’attentato contro il quartier generale dell’ONU a Baghdad, avvenuto 4 anni fa. In quell’azione morirono una ventina di funzionari delle Nazioni Unite fra cui l’inviato del Palazzo di vetro Sergio Vieira de Mello, amico personale di Kouchner.