ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'uragano Dean continua la sua cavalcata nei Caraibi. Emergenza a Santo Domingo e in Giamaica

Lettura in corso:

L'uragano Dean continua la sua cavalcata nei Caraibi. Emergenza a Santo Domingo e in Giamaica

Dimensioni di testo Aa Aa

Santo Domingo si prepara a ricevere lo schiaffo dell’uragano Dean, che ormai ha raggiunto la sua massima potenza ed è accompagnato da venti che sfiorano i 250 km orari. Nella capitale della Repubblica dominicana, però, per ora è difficile convincere gli abitanti a barricarsi in casa. Molti si avvicinano al mare affascinati dalla furia degli elementi.

Preparativi in vista dell’emergenza anche in Giamaica, un’altra delle isole caraibiche che sta per essere toccata dal primo ciclone della stagione nell’Atlantico settentrionale. Mentre i residenti mettono al riparo i propri beni, i turisti prendono d’assalto gli aeroporti.

L’uragano Dean si sposta verso occidente nel mar dei Caraibi. La sua traiettoria lo porta verso la penisola messicana dello Yucatan e il golfo del Messico. Man mano che procede in queste acque calde, acquista potenza. Ecco perché è arrivato ora a forza 5, mentre quando ha spazzato la Martinica, due giorni fa, era ancora catalogato a forza 2-3.

Meno potente ma non per questo meno distruttivo. Dean ha praticamente messo in ginocchio l’economia dell’isola, devastando le piantagioni di banane che sono la principale risorsa di questo dipartimento francese d’oltremare. E il passaggio dell’uragano ha anche un’altra conseguenza: costringe l’equipaggio della navetta Endeavour a tornare a terra con un giorno di anticipo, per evitare il colpo di coda del ciclone in Texas.