ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

I peruviani scappano dalle città terremotate. Inviato l'esercito contro lo sciacallaggio.

Lettura in corso:

I peruviani scappano dalle città terremotate. Inviato l'esercito contro lo sciacallaggio.

Dimensioni di testo Aa Aa

I terremotati peruviani vivono al ritmo dei rari camion che arrivano a portare cibo in scatola e acqua. La costa a sud di Lima è stata colpita mercoledì da un sisma che ha raggiunto gli 8 gradi della scala Richter, uccidendo mezzo migliaio di persone e lasciandone oltre 30 mila senza casa e senza risorse.

Nelle città più colpite Ica, Chincha, e soprattutto Pisco, ci sono stati episodi di saccheggio. Il presidente Alan Garcia ha deciso di inviare i soldati a dare la caccia agli sciacalli.

Nella chiesa di San Clemente, oltre 150 persone, che al momento della scossa partecipavano a un funerale sono morte. Il sacerdote si è salvato, riparandosi sotto l’altare, e le statue di Cristo e dei santi sono cadute restando però tutte intere. Gli abitanti hanno gridato al miracolo e hanno portato le statue in processione.

Ma c‘è un’altra processione in corso è l’esodo da Pisco, dove non c‘è più nulla e allora chi può, chi ha famiglia o amici altrove che possano dare ospitalità, parte, anche a piedi.