ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Gruppo Shangai, Putin critica "azioni unilaterali" di Washington

Lettura in corso:

Gruppo Shangai, Putin critica "azioni unilaterali" di Washington

Dimensioni di testo Aa Aa

Sicurezza, gestione delle risorse energetiche e stabilità regionale. Questi i temi affrontati durante il summit del gruppo di Shangai, di cui fanno parte Russia, Cina, Kazakistan, Uzbekistan, Tagikistan e Kirghizistan. Un summit ospitato nella capitale kirghiza Bischkek.

L’intento è quello di controbilanciare l’influenza degli Stati Uniti e della Nato in Asia centrale. Significativa quindi la presenza in qualità di osservatore del presidente iraniano Mahmoud Ahmadinejad.

E significativo anche che il capo del Cremlino, Vladimir Putin, abbia bocciato ogni tentativo di risolvere “in modo unilaterale” le minacce del mondo contemporaneo.

Un punto che viene ribadito anche nel documento finale adottato dal gruppo e che chiama in causa gli interventi americani in Iraq e in Afghanistan.

Non poteva mancare, infine, una stoccata al progetto di scudo spaziale che Washington vorrebbe realizzare in Europa, per neutralizzare eventuali attacchi missilistici da parte dell’Iran. Un progetto a cui già si oppone la Russia e che Ahmadinejad ha definito una minaccia per tutta l’Asia.

Ironia della sorte, l’incontro di Bischkek si è svolto vicino a una base militare americana, da cui decollano gli aerei diretti in Afghanistan.