ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Strage di Duisburg, una vendetta che ha radici lontane

Lettura in corso:

Strage di Duisburg, una vendetta che ha radici lontane

Dimensioni di testo Aa Aa

La faida tra due famiglie della ‘ndrangheta calabrese di San Luca, in provincia di Reggio Calabria, cominciata nel 1991, si è riaccesa otto mesi fa con l’omicidio di una donna il giorno di Natale. Da allora nuove ritorsioni hanno provocato altri cinque morti e sei tentati omicidi.
Il ministro dell’Interno Giuliano Amato spiega: “Quanto accaduto a Duisburg è la coda di una faida tra famiglie di San Luca e uno degli autori dell’ultimo delitto avvenuto a San Luca é forse una delle persone uccise stanotte a Duisburg.”
Secondo Amato, ora bisogna rafforzare la vigilanza in Calabria, dove potrebbero verificarsi ulteriori vendette. San Luca, località famosa per i sequestri di persona, è al centro della faida tra i clan Pelle-Romeo e Strangio-Nirta. Al primo appartengono le vittime della strage di Duisburg, al secondo i presunti responsabili, che sarebbero partiti dalla Calabria per compiere la spedizione punitiva.