ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Germania, la 'ndrangheta uccide sei italiani a Duisburg

Lettura in corso:

Germania, la 'ndrangheta uccide sei italiani a Duisburg

Dimensioni di testo Aa Aa

Si indaga a tutto campo, dopo il massacro di sei italiani a Duisburg, nella Germania occidentale. Un regolamento di conti che fa pensare alla ‘ndrangheta calabrese.

Secondo un testimone, due persone sarebbero fuggite dal luogo della strage, avvenuta verso le due del mattino, non lontano dalla stazione. Le sei vittime, il più giovane aveva 16 anni, sono state freddate mentre erano ancora sulle loro auto.

La polizia tedesca ha lanciato un appello chiedendo a chiunque abbia visto i due sospetti di rivolgersi immediatamente alle forze dell’ordine. Il capo della commissione omicidi, Heinz Sprenger. “Quei due uomini, di cui per il momento non abbiamo un identikit, erano presenti sul luogo della sparatoria e poi si sono allontantanati, in direzione della piazza Ludgeriplatz, che dista circa 250 metri, in linea d’aria”.

Il massacro, ultimo episodio di una feroce guerra tra clan rivali, crea sgomento tra gli abitanti di Duisburg.

“Quello che è successo è terribile, la violenza sta dilagando, anche qui a Duisborg. Non potremo più uscire di casa”.

“Viene da pensare al Padrino, alle storie di mafia. Vedremo quanto ci metteranno a catturare i responsabili”.

I sei avevano appena festeggiato il diciottesimo compleanno di uno di loro nella pizzeria “Da Bruno”. Per ucciderli sarebbe stato inviato un commando dalla Calabria.