ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Artide, il Canada rafforza la sua presenza al Polo Nord

Lettura in corso:

Artide, il Canada rafforza la sua presenza al Polo Nord

Dimensioni di testo Aa Aa

Il nuovo primo ministro canadese, Stephen Harper, è volato al Polo Nord per annunciare la costruzione di una base militare e di un porto affacciato sull’oceano Artico, a Iqaluit, nel territorio canadese. L’intento del governo di Ottawa è quello di affermare la sovranità del paese al circolo polare, una fetta di pianeta ricca di tesori naturali, gas e petrolio, condivisa inoltre con Russia, Groenlandia, Alaska e Norvegia. La base militare servirà a esercitare una presenza concreta e continua nell’Artico, come ha specificato il premier Harper. “Il nuovo governo canadese – ha detto – intende sfruttare il principio di sovranità: usare questo territorio, o perderlo”.

Sia il porto che la base saranno costruiti dove si trova il celebre passaggio a nord ovest, una rotta che unisce, attraverso l’oceano Artico del Canada, l’Atlantico e il Pacifico, zona contesa anche da Usa, Norvegia e Danimarca, quest’ultima tramite la Groenlandia. Ma il progetto dei canadesi viene ora visto come una risposta alla spedizione russa di poche settimane fa, quando due batiscafi partiti da Murmansk per il Polo Nord hanno raggiunto i fondali a oltre quattromila metri di profondità. Una missione voluta da Mosca per dimostrare che la superficie sottomarina è direttamente collegata al continente russo, ma che ha di fatto dato il via alla battaglia per la conquista dell’Artide.