ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La Georgia denuncia un'incursione dei caccia russi

Lettura in corso:

La Georgia denuncia un'incursione dei caccia russi

Dimensioni di testo Aa Aa

Una bomba inesplosa da settecento chili riaccende le tensioni tra Georgia e Russia. Tbilisi si dice vittima di un’aggressione. E accusa due caccia russi di aver sorvolato il suo territorio e sganciato l’ordigno vicino al villaggio di Tsitelubani, 65 chilometri a nord della capitale. La Russia smentisce. Nessuna violazione dello spazio aereo georgiano.

La bomba è caduta in un campo di mais. Non lontano dall’Ossezia del sud, una regione georgiana separatista, che da lungo tempo è causa di attrito tra Mosca e Tbilisi. Shota Utiashvili, capo del dipartimento publiche relazioni del ministero dell’interno georgiano. “Siamo stati fortunati. La bomba è caduta vicino a una strada. Se fosse esplosa, ci sarebbero state diverse vittime”.

Le autorità georgiane hanno annunciato di aver convocato alla sede del minstero degli esteri l’ambasciatore russo, al quale avrebbero consegnato una nota di protesta per l’accaduto.