ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Gran Bretagna, torna la paura per l'afta dopo la scoperta di un focolaio in una fattoria

Lettura in corso:

Gran Bretagna, torna la paura per l'afta dopo la scoperta di un focolaio in una fattoria

Dimensioni di testo Aa Aa

Le autorità britanniche non sottovalutano il rischio di una epidemia, dopo la scoperta di un focolaio di afta epizootica in una fattoria nel sud dell’Inghilterra. In via precauzionale l’area interessata è stata isolata da un cordone sanitario, e i capi di bestiame che si trovano al suo interno vengono radunati per poi essere tenuti sotto osservazione. Le misure precauzionali non si limitano a questo. Già lunedi l’Unione europea dovrebbe stabilire la messa al bando deegli animali da carne dalla Gran Bretagna, mentre a Londra è stato convocato il comitato di coordinamento per le situazioni di crisi. Tra le prime decisioni il divieto di trasportare suini, bovini e ovini in tutto il territorio nazionale. Un messaggio tranquillizzante per i cittadini arriva dal premier Gordon Brown, che parlando ai giornalisti ha assicurato il massimo sforzo delle autorità per analizzare le cause dell’infezione e porvi rimedio. Brown ha anche aggiunto che le strutture impegnate nella lotta all’afta sono oggi molto più pronte ed efficaci che nel 2001, quando la prima epidemia colpì gli allevamenti del Regno unito e vennero abbattuti sei milioni e mezzo di capi di bestiame.