ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

In Occidente cresce la diffidenza per i prodotti cinesi

Lettura in corso:

In Occidente cresce la diffidenza per i prodotti cinesi

Dimensioni di testo Aa Aa

Cresce nel mondo occidentale la diffidenza per i prodotti cinesi destinati all’esportazione. Dopo il ritiro di ben un milione e cinquecontomila giocattoli Fischer Price , tutti assemblati nel paese della Grande Muraglia, per un eccesso di piombo la paura è di rigore negli scaffali dei negozi europei “La pittura al piombo, dice questo giornalista francese, hanno per lo piu un gusto di zucchero e i bambini sono tentati di mettersi in bocca i giocattoli con il rischio molto freqquento che il piombo contenuto possa avere conseguenze come il saturnismo”. Prima dei giocattoli altri prodotti come i dentifrici erano finiti nel mirino dei consumatori europei ed americani. Senza dimenticare i prodotti per animali la cui tossicità ha provocato le morte di 4500 cani e gatti negli Stati Uniti. Un primo passo è stato fatto con la firma di un accordo di collaborazione tra Cina e gli Stati Uniti per rinforzare i controlli sui prodotti alimentari e quelli framaceutici. Obiettivo: rendere oiu’ affidabile l’export cinese. Va da sè che anche le mamme cinesi sono preoccupate. “Ma come fare, dice questa giovane mamma a Canton, i bambini scelgono i giocattoli e noi oltre che leggere le istruzioni cos’altro possiamo fare?” Un bel rompicapo anche perchè i cinesi sono abili nella contraffazione. Come dimostra lo scandalo del finto Viagra.