ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Obama: da presidente Usa colpirò in Pakistan

Lettura in corso:

Obama: da presidente Usa colpirò in Pakistan

Dimensioni di testo Aa Aa

Il pretendente alla Casa Bianca Barack Obama alza il tiro e minaccia di ordinare attacchi in Pakistan se sarà eletto. Il senatore Democratico reagisce così alla rivale del suo stesso partito, Hillary Clinton, che lo aveva accusato di essere ingenuo in politica estera. “Ci sono terroristi sulle montagne che hanno ucciso 3.000 americani e stanno tramando per colpire ancora. E’ stato un terribile errore non agire quando ci capitò l’occasione durante un vertice di al-Qaeda nel 2005. Se avessimo informazioni certe di questo genere su obiettivi terroristici di elevata importanza e il presidente Musharraf facesse nulla, agiremo noi.”

Il presidente pakistano Perzez Musharraf, criticato in patria per l’alleanza con gli Stati Uniti, all’estero è accusato di non aver fatto abbastanza contro al-Qaeda che proprio nel suo Paese, secondo alcuni, starebbe addestrando nuove reclute in vista di un altro attentato in stile 11 Settembre. Il candidato Democratico ha avuto parole anche per l’Europa: “Come presidente, collaborerò con i nostri amici e alleati ma non darò in appalto il nostro lavoro diplomatico con l’Iran agli europei né quello con la Corea del Nord ai cinesi”.

Obama parla già da capo della nazione ma, almeno stando all’ultimo sondaggio del Wall Street Journal, ha sempre meno chance di vincere le primarie del partito Democratico. Hillary Clinton lo batterebbe 43 a 22, cioè con sette punti di scarto in più rispetto a quelli prospettati un mese fa.