ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Emergenza incendi, allo studio una protezione civile europea

Lettura in corso:

Emergenza incendi, allo studio una protezione civile europea

Dimensioni di testo Aa Aa

L’Unione europea potrebbe dotarsi di una forza di protezione civile per affrontare le emergenze causate da disastri naturali. Il dibattito sull’argomento riprende vigore ora che il sud dell’Europa è devastato dalle fiamme. Italia, Grecia e Bulgaria sono tra i Paesi piu’ colpiti e hanno chiesto aiuto all’Unione. On tutti gli Stati, pero’, sono entusiasti della prospettiva di una forza comune, visto che la protezione civile è una prerogativa dei singoli Paesi e alcuni membri non sono propensi a rinunciare alle proprie competenze. Secondo altri, tra cui la Francia, dovrebbe essere creata con urgenza una Forza di intervento rapido europea, la cui sigla si leggerebbe “fire”, come fuoco in inglese. La portavoce della Commissione Europea Antonia Mochan, afferma: “Il luglio 2007 è stato uno dei mesi peggiori mai registrati e il peggior mese di luglio che abbiamo conosciuto da quando abbiamo cominciato a raccogliere le informazioni a livello europeo.” Secondo i dati della Commissione, quest’anno, mentre la stagione estiva è solo a metà, sono già bruciati ben 3.376 chilometri quadrati di boschi, una cifra che quasi eguaglia quella registrata durante tutto il 2006. E il calcolo non comprende ancora i roghi degli ultimi giorni alle Canarie e nella penisola iberica.