ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Isole Canarie, 35.000 ettari di terreno bruciati per gli incendi

Lettura in corso:

Isole Canarie, 35.000 ettari di terreno bruciati per gli incendi

Dimensioni di testo Aa Aa

E’ ancora alto l’allarme incendi nell’arcipelago delle Canarie, dove da lunedì sono bruciati 35.000 ettari di terreno e dodici mila persone sono state costrette a evacuare. A Tenerife, 9.000 vigili del fuoco sono impegnati nel tentativo di contenere le fiamme. Un compito reso più difficile dal forte vento. Sembra invece sotto controllo l’incendio nell’isola di Gran Canaria, dove nella serata di martedì hanno potuto fare ritorno alle loro abitazioni alcune migliaia di persone evacuate il giorno precedente.
Per altre, invece, la paura è di ritrovare la propria casa bruciata. Il primo ministro spagnolo, Josè Luis Rodriguez Zapatero, si è recato oggi sul posto per valutare l’entità dei danni, nel mezzo della stagione turistica. Nell’isola di Gran Canaria, un uomo è stato arrestato per aver appiccato le fiamme. E’ un agente forestale di 37 anni, che temeva di rimanere disoccupato dopo la scadenza del contratto. Le autorità sospettano l’origine dolosa anche per l’incendio di Tenerife.