ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Incendi nelle Canarie: oltre 13.000 gli sfollati

Lettura in corso:

Incendi nelle Canarie: oltre 13.000 gli sfollati

Dimensioni di testo Aa Aa

Alle Canarie un’emergenza di livello nazionale. Nell’arcipelago arriva oggi il capo del governo spagnolo in persona José Luis Rodriguez Zapatero. Il ministro dell’ambiente ha già annunciato l’invio di personale e mezzi aerei aggiuntivi. Il numero delle persone evacuate nell’isola di Gran Canaria e in quella di Tenerife è salito a oltre 13.000. Ieri pomeriggio i pompieri sembrano aver messo sotto controllo l’incendio più grave, quello scoppiato venerdì alla Gran Canaria ma non si sa quanto ci vorrà ancora per estinguerlo. “Io devo essere operata e non potevo correre – dice una donna -. E ho visto la mia casa bruciare e mi ha fatto molto male perché mi è costata tanto”. “Anche i vetri delle finestre sono scoppiati”. La devastazione è ben visibile dal satellite. Le zone in preda al fuoco corrispondono a un’estensione di 35.000 ettari. Impressionanti le colonne di fumo. A fare i conti con il problema degli sfollati è soprattutto Tenerife, dove in oltre 8.000 hanno dovuto lasciare le loro case. E nel nord dell’isola ieri sera è addirittura divampato un nuovo rogo. “Non abbiamo avuto nemmeno il tempo di prendere i vestiti, siamo usciti solo con quelli che avevamo indosso – dice un’altra signora -. Ma ho bisogno delle mie medicine e non mi lasciano tornare a prenderle”. La situazione è complicata dalle temperature, che superano i 40 gradi, e dai forti venti.