ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Si fa sempre più difficile la situazione sul fronte degli incendi alle Isole Canarie.

Lettura in corso:

Si fa sempre più difficile la situazione sul fronte degli incendi alle Isole Canarie.

Dimensioni di testo Aa Aa

Alle Isole Canarie il numero di persone evacuate è salito a 13.000 mentre gli ettari di vegetazione andati in fumo sono 24.000. Il ministro spagnolo dell’ambiente Cristina Narbona ha parlato di stato di “massima allerta” annunciando l’invio di rinforzi aerei dal continente. Il governo ha promesso anche degli aiuti alla popolazione dell’ordine di 300.000 euro. Le zone più colpite sono quelle di Fataga sull’isola di Gran Canaria, e di Icod de Los Vinos sull’isola di Tenerife. “Non so in che stato sia la mia casa, non so se sia bruciata, ma è quello che temo”, dice una donna. Ieri è stato intanto incarcerato l’uomo che era stato arrestato sabato come presunto autore dell’incendio de la Gran Canaria. Il 37enne, una guardia forestale, ha confessato al giudice di aver appiccato le fiamme per protestare contro la precarietà del suo contratto di lavoro. Le località turistiche delle Isole Canarie sono per il momento risparmiate dagli incendi che hanno colpito le zone rurali e montagnose. Proprio le difficoltà d’accesso rendono più difficile il lavoro di spegnimento da parte di pompieri e mezzi aerei.