ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Afghanistan, apprensione per il destino degli ostaggi sudcoreani. Oggi scade il nuovo ultimatum

Lettura in corso:

Afghanistan, apprensione per il destino degli ostaggi sudcoreani. Oggi scade il nuovo ultimatum

Dimensioni di testo Aa Aa

Ore di ansia per la sorte dei 22 ostaggi sud coreani rapiti in Afghanistan. I taleban che si attribuiscono la responsabilità del sequestro minacciano di cominciare a ucciderli, allo scadere dell’ennesimo ultimatum fissato per le 9 e mezza ora europea. La richiesta dei sequestratori alle autorità di Kabul è la liberazione di una ventina di miliziani detenuti nelle carceri afghane. Ad un nulla di fatto hanno portato le trattative avviate da emissari del governo di Seul.

Dopo aver ucciso il capo del gruppo sudcoreano, i rapitori si dicono ora pronti a liquidare i superstiti, 18 dei quali donne. Una esortazione per salvargli la vita è arrivata da papa Ratzinger. Gli sviluppi del sequestro vengono seguiti con legittimi timori anche dai familiari degli ostaggi. In Corea del Sud l’apprensione è in crescita, dopo che un portavoce dei taleban, lasciando cadere l’invito alla clemenza, ha risposto al pontefice invitandolo a condannare “le vittime civili dei bombardamenti statunitensi”..