ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Mercato auto, invariata la disparità dei prezzi nell'Europa unita

Lettura in corso:

Mercato auto, invariata la disparità dei prezzi nell'Europa unita

Dimensioni di testo Aa Aa

Europa unita, ma ancora divisa sui prezzi delle macchine. La Commissione Europea ha pubblicato il documento relativo ai prezzi delle auto nel mercato unico. Il dato registra la differenza di costo nei 27 Paesi dell’Unione europea (per la prima volta nell’indagine entrano anche Bulgaria e Romania) di 87 modelli. Comparata con l’agosto 2006, la differenza è risultata sostanzialmente invariata.

Su 27 Paesi, quello più conveniente è la Danimarca. La maglia nera tocca alla Slovacchia, dove si paga l’8,4% rispetto alla media europea.

E le disparità rimangono anche nei Paesi che hanno la moneta comune. Per quanto riguarda la zona euro, i prezzi più bassi si trovano in Finlandia, seguita dalla Grecia. La più cara è la Germania e questo nonostante sia il più grande mercato automobilistico d’Europa.

Le differenze più marcate si registrano nella General Motors (che vende con i marchi Opel e Saab) e Peugeot. La 307, per esempio, in Finlandia costa – al netto delle tasse – 12.730 euro, in Francia oltre 16 mila. La differenza di prezzo non corrisponde a una logica industriale, ma è il modo in cui la case automobilistiche adattano il costo della macchina alle imposte dello stato.