ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Giochi pericolosi, l'Ue vuole più controlli dalla Cina

Lettura in corso:

Giochi pericolosi, l'Ue vuole più controlli dalla Cina

Dimensioni di testo Aa Aa

La Cina deve essere più trasparente sulle azioni che intende intraprendere per garantire la sicurezza dei giocattoli esportati in Europa. E deve rispettare gli impegni assunti con l’Unione lo scorso settembre. E’ quanto ha richiesto il commissario europeo per i consumatori Meglena Kuneva, che si trova a Pechino in una missione interamente dedicata alla qualità.

“Sfortunatamente, ha detto, secondo le statistiche del nostro sistema di allerta sulle merci pericolose, abbiamo rilevato un quantitativo piuttosto elevato di giochi pericolosi sul nostro mercato. Vorrei che questo problema fosse segnalato non soltanto a livello ufficiale – cosa che ho già fatto – ma anche a livello locale e ai produttori stessi”.

Oltre la metà dei giocattoli venduti in Europa è fabbricato in Cina. L’anno scorso, su 450 segnalazioni di pericolosità, la metà riguardava prodotti cinesi. E per la prima volta, si trattava soprattutto di giochi. Pechino ha dichiarato che rinforzerà i controlli attraverso test sistematici sulla sicurezza e ispezioni a sorpresa.