ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'Italia brucia: due morti, migliaia di sfollati

Lettura in corso:

L'Italia brucia: due morti, migliaia di sfollati

Dimensioni di testo Aa Aa

Una trappola di fumo e fiamme. Una lotta disperata contro roghi fuori controllo. In Italia l’inferno di fuoco che sta divorando il Gargano non dà tregua. A Peschici, capitale delle vacanze pugliesi, lo scenario più drammatico. Due i morti accertati, due le persone disperse, oltre quattromila sfollati. Gli intossicati si contano a centinaia. I feriti sono numerosi. Centinaia anche le persone in fuga dalla spiaggia che sono state tratte in salvo via mare.

Ed è già polemica sui soccorsi. Una donna accusa: “Noi siamo vivi per miracolo, dobbiamo dire grazie al Signore, ma non ai soccorritori. Tre ore in mare, meno male che il mare non era mosso, era calmo, con il bambino di dieci mesi, che tenevo alzato”.

Una altro cittadino rincara la dose: “Mai visto una cosa del genere. Un cimitero, un cimitero. Siamo in un Paese europeo e non ho mai visto una cosa del genere, mai visto”.

Uno scenario surreale, con chilometri e chilometri di litorale divorato dalle fiamme. Gli incendi, spesso di origine dolosa, non risparmiano le altre regioni del centro-sud della penisola, dall’Abruzzo alla Sardegna. Complici del dramma, temperature torride e forte vendo.