ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Strage dei pelegrini polacchi: il pullman non poteva circolare in quella strada

Lettura in corso:

Strage dei pelegrini polacchi: il pullman non poteva circolare in quella strada

Dimensioni di testo Aa Aa

Ha fatto ritorno in patria la maggior parte dei familiari dei 26 pellegrini polacchi morti domenica in Francia. A Varsavia il presidente della repubblica e il capo del governo hanno partecipato a una celebrazione religiosa in loro memoria. I Rolling Stones, che domani sera terranno lo stesso un concerto nella capitale nonostante i tre giorni di lutto nazionale, hanno annunciato che inviteranno il pubblico a osservare un minuto di silenzio e che devolveranno una parte dell’incasso alle vittime.

L’ipotesi più accreditata è che il pullman sia caduto in un burrone nell’Isère per un cedimento dei freni.

Il procuratore della repubblica di Grenoble, Serge Samuel, spiega: “Quattro motociclisti che hanno seguito il bus oper alcuni chilometri dicono che andava a circa 70 chilometri all’ora – certo è da verificare -, e avrebbero visto qualche scintilla. Un testimone ha detto anche che le luci dei freni erano sempre accese”.

Del resto quel tratto di strada era vietato ai pullman e ai mezzi pesanti.

Le indagini proseguiranno con l’analisi del cronotachigrafo e con l’interrogatorio del secondo autista, che è sopravvisuto al collega di 22 anni che era alla guida al momento dell’incidente.