ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Incidente in Francia, il dolore delle famiglie

Lettura in corso:

Incidente in Francia, il dolore delle famiglie

Dimensioni di testo Aa Aa

L’incidente occorso ieri nel sud-est della Francia a un pullman di pellegrini polacchi continua a suscitare una forte emozione. I parenti delle vittime, arrivati in Francia, hanno ascoltato i racconti dei feriti e dei soccorritori. Monique Gross, dell’associazione franco-polacca di Grenoble, riferisce tra le lacrime: “Alcuni ragazzi sono riusciti a uscire dal pullman passando dal finestrino, non sanno neanche come. Il padre li ha aiutati, ma la moglie, subito dietro, è bruciata. Loro non lo sanno, perché non potevamo dirglielo ieri all’ospedale.“Le testimonianze dei sopravvissuti permettono di ricostruire la dinamica dell’incidente.
“Erano nella discesa della Laffray, – precisa un’altra rappresentante dell’associazione – cantavano i canti religiosi tutti insieme nel pullman… quando di colpo, l’autista ha detto: non ho piu’ i freni, spingo sui freni e i comandi non rispondono, quindi aggrappatevi a tutto quello che potete… Non è piu’ riuscito a prendere la curva, è andato dritto.”

Il pullman non era autorizzato a percorrere quella strada, aperta solo ai veicoli con doppio sistema frenante. Il mezzo è precipitato in un dirupo mentre procedeva in discesa nella località di Vizille e nello schianto ha preso fuoco. Il bilancio è di 26 morti e 24 feriti, tra cui 14 in gravi condizioni. Sul luogo si è recato il presidente polacco Lech Kaczinsky, assieme al capo dello Stato francese Nicolas Sarkozy. La vicenda ha profondamente colpito la Polonia, che ha proclamato tre giorni di lutto nazionale. Annullato un concerto di Rod Stewart, previsto per domani e – probabilmente – anche quello dei Rolling Stones il giorno dopo. I pellegrini, partiti per visitare i santuari di Lourdes e di Notre Dame de la Salette, abitavano tutti nel nord ovest della Polonia, dove avrebbero dovuto rientrare domani.