ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Spagna, sequestrata una rivista satirica che mette i Reali in pose "sconvenienti"

Lettura in corso:

Spagna, sequestrata una rivista satirica che mette i Reali in pose "sconvenienti"

Dimensioni di testo Aa Aa

Una pagina satirica sui Reali di Spagna è caduta sotto la mannaia di un giudice che ha ordinato il sequestro dell’ultimo numero della rivista “El Jueves”. La copertina del periodico satirico, ancora consultabile sul sito internet, la cui diffusione è stata vietata dal giudice dell’Audiencia Nacional Juan del Olmo, mostra una caricatura dei Principi delle Asturie in una posizione sessuale esplicita sotto il titolo “2.500 euro a bambino”.

Il riferimento è al provvedimento annunciato dal premier Zapatero che prevede un contributo alle famiglie a sostegno delle nascite. Per il direttore della rivista José Luis Martin si tratta di censura preventiva: “Il problema è che è come se ci avessero già condannato con questo sequestro. Il fatto che un giudice abbia disposto il ritiro di un numero per noi è un grave pregiudizio che non sappiamo come risolvere”.

È raro in Spagna il sequestro giudiziario di periodici. L’ultimo per ingiurie alla famiglia Reale risale al 1986. “Possiamo o no essere d’accordo con quello che si mette in prima pagina ma saremo sempre d’accordo nel farlo pubblicare”, dice un disegnatore della rivista. La calunnia contro i Reali in Spagna può essere punita con pene fino a due anni di reclusione. Mentre le azioni contro il prestigio della Corona sono sanzionabili con un multa.