ULTIM'ORA

Russia: assalito gruppo ecologista in sit-in vicino a un impianto di arricchimento dell'uranio

Lettura in corso:

Russia: assalito gruppo ecologista in sit-in vicino a un impianto di arricchimento dell'uranio

Dimensioni di testo Aa Aa

Un gruppo ecologista accampato in segno di protesta vicino a un impianto per l’arricchimento dell’uranio a Angarsk, 5000 chilometri a est di Mosca, e’ stato attaccato da una quindicina di uomini mascherati. Un ambientalista e’ morto. Tredici assalitori sono stati identificati, quattro arrestati. Sono naziskin secondo gli ambientalisti, teppisti per la polizia. “I sospettati non appartengono ad alcun gruppo di giovani estremisti”, ha detto Vladimir Shurko, della polizia di Irkutsk. “Durante le ricerche non abbiamo trovato prove della loro appartenenza a organizzazioni estremiste. Lo consideriamo teppismo”.

Otto ecologisti, colpiti dagli assalitori armati di mazze da baseball, barre di ferro e anche di un’ascia, sono stati ricoverati in ospedale, uno e’ morto per le gravi ferite riportate. “Stavamo tutti dormendo tranne uno di noi che era di guardia”, ha raccontato una di loro. “Tra le quattro e le cinque del mattino un gruppo di giovani sconosciuti ci ha attaccato. Gridavano ‘antifascisti’, per cui ho pensato che fossero naziskin”. Gli ecologisti hanno messo in guardia contro i pericoli di radioattivita’ dell’impianto di Angarsk, scelto lo scorso anno come centro di arricchimento dell’uranio aperto a tutti i Paesi che vorranno sviluppare energia nucleare.