ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Nuove fughe di materiale radioattivo nella centrale giapponese

Lettura in corso:

Nuove fughe di materiale radioattivo nella centrale giapponese

Dimensioni di testo Aa Aa

Iodio radioattivo. A tre giorni dal terremoto che ha danneggiato la centrale di Kashiwazaki-Kariwa, in Giappone, nuove tracce di materiale radioattivo sono state individuate.

Ma secondo il Tokyo Electric Power, gestore della centrale, l’entità minima delle fughe non desta preoccupazione e non sarebbe tale da creare un danno ambientale. La scossa sismica aveva già causato un incendio ad un trasformatore e il rovesciamento di alcuni fusti che contenevano liquido radioattivo.

L’epicentro del sisma, di 6,8 gradi sulla scala Richter, è stato localizzato ad appena 9 chilometri dall’impianto, al largo delle coste del Giapone centrale. 10 le vittime, oltre 1.000 feriti. Ma soprattutto l’ammissione, da parte dello stesso gestore della centrale, la più grande al mondo, che l’impianto non era stato progettato per sopportare un terremoto di tale intensità. Ieri il sindaco della città di Kashiwazaki ha disposto la chiusura a tempo indeterminato del complesso.