ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

I newyorchesi hanno temuto di morire

Lettura in corso:

I newyorchesi hanno temuto di morire

Dimensioni di testo Aa Aa

Feriti curati in strada, come l’11 Settembre 2001 dopo gli attentati alle Torri gemelle. Con la differenza che questa volta diversi hanno dovuto anche essere decontaminati per scrollare di dosso l’eventuale polvere di amianto. L’esplosione ha fatto tremare i palazzi.

“Sono tornato indietro per aiutare le altre persone a uscrire dall’edificio e poi le finestre si sono infrante e sono cominiciati a cadere detriti – racconta un uomo -. C’era fumo, vapore, la peggiore cosa mai sentito in vita mia”.

“Ho visto il vapore salire per 8-9 piani – aggiunge un altro -. Sono sceso e ho chiesto ai poliziotti e ai pompieri come potevo rendermi utile. Ho pensato fosse una bomba.”

“Tutti hanno iniziato a correre, poi è arrivato il vapore e non riuscivamo a respirare – dice un terzo testimone -. Qualcuno ha cominciato a dire che un edificio era crollato e, pensando all’11 Settembre, stavamo impazzendo”.

In tanti hanno creduto che si trattasse di un ordigno.

La zona è stata subito chiusa al traffico. Per capire la reale causa dell’indidente ci sarà voluta più di un’ora.