ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Stupri e botte fanno ombra alla bulgara Sunny beach

Lettura in corso:

Stupri e botte fanno ombra alla bulgara Sunny beach

Dimensioni di testo Aa Aa

Quattro stupri nel giro di 10 giorni e un pestaggio, costato la vita a un giovane, stanno trasformando la Sunny Beach bulgara, paradiso per le vacanze a prezzi modici, in uno scenario da film dell’orrore. Le vittime degli stupri sono quattro adolescenti danesi che hanno denunciato il fatto alle autorità locali e all’ assicuarazione di viaggio.

Un giovane svedese invece è stato picchiato a morte nell’hotel dove alloggiava. Sono soprattutto i turisti dell’Europa del Nord a affollare questi lidi d’estate. Il direttore di un’agenzia di viaggi danese chiede alle autorità bulgare di affrontare seriamente il problema facendo in modo che la Sunny Beach resti sicura per i turisti.

A affollare la costa bulgara che si affaccia sul mar Nero giovani attirati dai prezzi modesti di una vacanza che offre veramente tutto. La Bulgaria, per scrollarsi di dosso l’immagine grigia ereditata dagli anni del socialismo, ha adottato un modello di sviluppo messo sotto accusa da più parti: allo sconsiderato boom edilizio non segue la costruzione di adeguate infrastrutture.