ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Oltre 200 vittime nello schianto di un Airbus a San Paolo

Lettura in corso:

Oltre 200 vittime nello schianto di un Airbus a San Paolo

Dimensioni di testo Aa Aa

Una tragedia costata la vita almeno a 200 persone. Bilancio forse destinato ad aggravarsi. Una tragedia che forse si poteva evitare.

Il principale aeroporto di San Paolo è stato teatro del peggior incidente nella storia dell’aviazione civile brasiliana. E infuriano le polemiche sulle condizioni della pista che sorge in pieno centro abitato. L’Airubus A-320 della Tam si è schiantato, scivolando oltre la zona aeroportuale, contro un hangar della stessa compagnia brasiliana. Una pista che aveva appena subito dei lavori di ripristino. Lavori che dovevano essere terminati in settembre. Ma intanto lì si decollava e si atterrava. Il volo JJ 3054 proveniva da Porto Alegre.

“La pista d’atterraggio è stata riaperta una quindicina di giorni fa” dice un impiegato dello scalo. “Ma non c’erano le canalette di scolo per l’acqua piovana: è pericoloso. Bisogna essere coraggiosi per atterrare qui”.

186 in tutto le persone a bordo. Ma resta incerto in quanti fossero all’interno dell’edificio travolto e andato in fiamme. C‘è chi teme che si arrivi a 250 morti in tutto. Appena lunedì, sulla stessa pista, un turboelica era finito sul prato. Nulla di grave: due gomme squarciate, molta paura. Ma l’incidente, l’ennesimo su quella pista, non è bastato a farla chiudere.