ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Libia, rinviata a oggi la decisione sulla sorte delle infermiere e del medico bulgari


mondo

Libia, rinviata a oggi la decisione sulla sorte delle infermiere e del medico bulgari

E’ stata rinviata a oggi la decisione sulla sorte delle cinque infermiere e del medico bulgari condannati a morte in Libia con l’accusa di aver deliberatamente inoculato il virus dell’Hiv a 426 bambini. Il Consiglio superiore della giustizia libico, che doveva pronunciarsi sulla possibile commutazione in ergastolo della pena capitale confermata dalla Corte suprema l’11 luglio, nella riunione di ieri non ha affrontato il caso.

Secondo indiscrezioni, il Consiglio – che ha anche il potere di concedere la grazia – aspetta di vedere se le famiglie delle vittime accetteranno un accordo con cui rinunciano a chiedere l’esecuzione della pena in cambio di un indennizzo pecuniario (si parla di 700 mila euro a testa). E metà delle famiglie avrebbe già firmato l’accordo.

Non è, tuttavia, chiaro chi verserà il denaro.

L’Unione Europea e la Bulgaria rifiutano l’idea della compensazione finanziaria, perché implicherebbe il riconoscimento della colpevolezza, ma hanno offerto un fondo di assistenza alle famiglie dei bambini.

Storie correlate:

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Assassinato a Istanbul imprenditore, candidato alle legislative di domenica