ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Caso Litvinenko: le diplomazie di Londra e Mosca ai ferri corti

Lettura in corso:

Caso Litvinenko: le diplomazie di Londra e Mosca ai ferri corti

Dimensioni di testo Aa Aa

Estate fredda per le relazioni fra Londra e Mosca. La decisione della Gran Bretagna di espellere 4 diplomatici russi in risposta alla mancata collaborazione del Cremlino sul caso Litvinenko potrebbe far aumentare il livello dello scontro diplomatico. Con possibili ripercussioni sui cittadini russi che chiedono il visto all’ambasciata britannica. Qui siamo a Mosca:

“Non so che risposta mi daranno. Possono rifiutarmi il visto e non sono tenuti a darmi spiegazioni”.

“Sto andano a Londra per una gara e tutte le complicazioni politiche non mi interessano. Qui all’ambasciata sono sempre stati disponibili con i russi”.

Fra le misure ventilate ieri dal governo britannico c‘è in effetti la sospensione dei negoziati in atto per semplificare il sistema dei visti.

Andrei Lugovoi, ex agente del Kgb, è per Scotland Yard il sospetto numero uno nell’inchiesta sull’omicidio di Alexandre Litvinenko, anch’egli ex agente segreto russo, espatriato in Gran Bretagna a divenuto uno strenuo oppositore della politica del Presidente russo Putin. Mosca rifiuta di estradare Lugovoi. Litvinenko è morto lo scorso novembre per una dose di polonio 210 versata in una tazza di tè.