ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'esercito libanese entra nel campo profughi di Nahr al Bared

Lettura in corso:

L'esercito libanese entra nel campo profughi di Nahr al Bared

Dimensioni di testo Aa Aa

Si fanno sempre più strette le maglie della rete che l’esercito libanese sta stringendo intorno ai guerriglieri di Nahr al Bared. I militari sono entrati nel campo profughi palestinese ignorando l’accordo di quasi quarant’anni fa che aveva dichiarato off limits le enclave palestinesi alle forze di sicurezza libanesi.

È un’avanzata lenta e perigliosa che ha come obiettivo di limitare al massimo le perdite. Dall’inizio della crisi lo scorso 20 maggio i soldati morti sono 100.

Altri incidenti sono scoppiati al sud nel campo profughi di Ain al Hilweh. Un esponente del gruppo di estremisti islamici di Jund al Sham, Soldati del Levante, che si presume vicino ad Al Qaida, è stato ucciso.

“Sfortunamente – dice il leader di al Fatah nel campo – devo confermare questo incidente. Due mesi fa Dharrar Riffai ha ucciso due nostri militanti. Oggi hanno aperto il fuoco su di lui ed è morto”.

Al Fatah ha costituito settimane fa nel campo di Ain al Hilweh una forza per garantire l’ordine in collaborazione con l’esercito libanese.