ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Corea Nord, no al nucleare in cambio di petrolio

Lettura in corso:

Corea Nord, no al nucleare in cambio di petrolio

Dimensioni di testo Aa Aa

E’ partito da un porto della Corea del Sud il primo carico di greggio, 6.000 tonnellate su 50 mila, destinato alla Corea del Nord, che riceverà il petrolio dopo aver fermato il suo principale reattore nucleare di Yongbyon. Sabato a Pyongyang sono attesi anche dieci ispettori dell’Agenzia Internazionale per l’Energia Atomica, che dovranno verificare l’effettivo spegnimento del sito. Sul Choong, portavoce del ministero sudcoreano per l’Unificazione, ha detto di sperare in una piena risoluzione delle tensioni con Pyongyang e che la consegna del petrolio permetta al paese di sopperire alla sua penuria di energia”.

Intanto pero’ la Corea del Nord dovrà dimostrare di rispettare l’impegno sottoscritto in febbraio con Stati Uniti, Russia, Cina, Giappone e Corea del Sud, e di rinunciare ai suoi programmi nucleari. Il direttore dell’AIEA, Mohamed El Baradei avverte che il processo di disarmo nucleare “sara’ pero’ un processo lungo, essendo un problema che risale a oltre 15 anni fa”.

Gli accordi multilaterali, firmati a Pechino, prevedono lo smantellamento di tutti e cinque gli impianti nucleari di Yongbyon, in cambio di altro petrolio. Le future tappe del processo di disarmo saranno stabilite settimana prossima nella capitale cinese.