ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

UE: Sarkozy all'Eurogruppo promette riforme e rispetto degli impegni, chiede flessibilità

Lettura in corso:

UE: Sarkozy all'Eurogruppo promette riforme e rispetto degli impegni, chiede flessibilità

Dimensioni di testo Aa Aa

Sarkozy va all’Eurogruppo e convince i partner europei a dar fiducia alla Francia: la partecipazione del presidente al vertice dei ministri dell’economia e delle finanze della zona euro è un fatto del tutto eccezionale. La Francia è da tempo, insieme all’Italia, sul banco degli imputati per le violazioni al patto di stabilità e di crescita. “La questione non è – ha detto Sarkozy – assumersi degli impegni a tre anni, la questione è mantenerli. Quindi farò di tutto per riuscire a rientrare nei parametri entro il 2010, in funzione della crescita economica, e le entrate dovute alla crescita saranno destinate al risanamento. Ma se non riusciremo entro il 2010, sarà per il 2012, e sarò il primo a dolermene”.

Jean Claude Juncker, alla vigilia, era stato duro nei confronti della Francia e ancor più dell’Italia: ma dopo il lungo colloquio con Sarkozy, il presidente di turno dell’Eurogruppo si è mostrato almeno parzialmente soddisfatto: si è detto “sollevato nel vedere l’impegno della Francia sulla via delle riforme, che – ha aggiunto – andranno a beneficio non solo dei francesi ma di tutta l’Europa”. “Il messaggio di stasera è sì alle riforme, sì alle intenzioni del presidente, perché questo corrisponde al nostro intento di rispettare gli obiettivi di medio termine entro il 2010”, ha concluso Juncker.

Proprio mentre Sarkozy e Juncker si presentavano alla stampa, i ministri discutevano del caso italiano: Padoa Schioppa ha tentato di rassicurare i partner, dopo le voci preoccupate sull’apparente allontanamento italiano dagli obiettivi di risanamento.