ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Praga festeggia i 650 anni del Ponte Carlo

Lettura in corso:

Praga festeggia i 650 anni del Ponte Carlo

Dimensioni di testo Aa Aa

Il Ponte Carlo, simbolo di Praga, ha celebrato oggi i suoi 650 anni. Dopo una notte di festeggiamenti con racconti e danze medievali, questa mattina è stato dato il via alla cerimonia ufficiale alle 5:31, alla stessa ora in cui nel 1357 erano cominciati i lavori, in un momento considerato propizio dalla numerologia.

Il Re di Boemia, poi divenuto imperatore Carlo IV, aveva scelto infatti una data palindroma, che poteva essere letta in entrambe le direzioni: 1357, 9 luglio, ovvero 9/7, ore 5:31. Capolavoro dell’arte gotica, costruito dall’architetto Petr Parler, il Ponte Carlo fu uno dei piu’ grandi della sua epoca: lungo oltre 500 metri e largo circa 10, poggia su 16 arcate. La sua struttura ha resistito a piene violente, come quella del 1890. Per secoli, fino al 1741, rappresento’ l’unico collegamento tra le due rive del fiume Moldava. Il Ponte, che unisce la Città vecchia al quartiere di Malà Strana, è stato teatro di grandi episodi della storia ceca e ha ispirato numerose leggende.

A partire dal 1683, è stato via via abbellito da 30 statue barocche, collocate sui pilastri, molte delle quali sono state poi sostituite da copie. La piu’ antica è quella di San Giovanni Nepomuceno. Si dice che toccare il basamento della scultura porti fortuna.

Dal 1962 è considerato patrimonio culturale dell’umanità e dal ’65 è diventato un’isola pedonale, oggi caratterizzata da numerose bancarelle. Ogni anno è visitato da 4 milioni di turisti. Il Ponte Carlo subirà presto lavori di ristrutturazione, ma rimarrà un piccolo corridoio per consentire ai turisti di visitarlo, cosi’ come gli altri due monumenti simbolo della città, il castello e l’orologio astronomico.