ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La Turchia soccorre le vittime dell'attentato di Armili

Lettura in corso:

La Turchia soccorre le vittime dell'attentato di Armili

Dimensioni di testo Aa Aa

La Turchia in prima fila nel soccorso ai feriti, dopo il fine settimana di morte che ha sconvolto l’Iraq. Almeno una ventina di persone rimaste coinvolte nell’attentato che sabato ha raso al suolo un intero villaggio, sono state trasportate nella vicina Kirkuk e da lì ad Ankara per ricevere assistenza medica. Per l’operazione la Turchia ha messo a disposizione due aerei militari, personale medico e paramedico. Uno dei feriti è morto durante il volo.

Quello che sabato ha colpito Armili, un piccolo villaggio abitato da sciiti turcomanni, minoranza nella regione, è uno degli attacchi più sanguinosi dall’inizio dell’invasione statunitense, nel 2003.

Le vittime accertate sono 150, circa 270 i feriti. Un camion imbottito di esplosivo è saltato in aria nella zona del villaggio in cui si trovava la sede del partito comunista del Kurdistan. Dietro la strage potrebbe celarsi la mano dei militanti di Al Quaeda. La prospettiva di una pacificazione fra fazioni etniche e religiose sembra più che mai lontana.