ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Pakistan, si aggrava crisi, esercito pronto a intervento

Lettura in corso:

Pakistan, si aggrava crisi, esercito pronto a intervento

Dimensioni di testo Aa Aa

Il governo pachistano potrebbe essere vicino a un’azione militare per catturare gli estremisti barricati da martedi’ scorso nella Moschea Rossa di Islamabad con centinaia di ostaggi.

I servizi di sicurezza intanto ritengono che a capo del gruppo di integralisti ci siano dei membri legati ad Al Qaeda. Gli stessi coinvolti nel rapimento e nell’uccisione, nel 2002, del giornalista americano Daniel Pearl. Sarebbero loro infatti a impartire gli ordini agli studenti coranici asserragliati nella moschea.

“Nella moschea dovrebbero esserci tra 200 e 500 persone, donne e uomini. Le donne sono state chiuse a chiave insieme alle ragazze piu’ giovani in una scuola adiacente. Sembra che a sorvegliarle siano stati messi dei guardiani pronti a sparare se tentassero di fuggire”, ha detto a una conferenza stampa il ministro degli Affari Religiosi, Ijaz Ul-Haq.

Intanto il presidente Parvez Musharraf, che sabato ha lanciato un ultimatum ai ribelli, ha partecipato al funerale del colonnello dell’esercito morto in una sparatoria nella notte. Il numero ufficiale delle vittime dall’inizio della crisi, martedi’ scorso, è salito cosi’ a 24.

La situazione si aggrava col passare del tempo. Abdul Rashid Ghazi, quello che finora era stato considerato il leader degli integralisti, ha giurato di essere pronto al martirio ma di non avere intenzione di arrendersi.

C‘è incertezza per le prossime ore e nulla si sa di cio’ che accade all’interno della Moschea Rossa, anche se fino a venerdi’ scorso alcuni studenti erano riusciti a lasciare l’edificio