ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Riduzioni dell'Iva in Europa, si rimanda al 2010

Lettura in corso:

Riduzioni dell'Iva in Europa, si rimanda al 2010

Dimensioni di testo Aa Aa

Riduzione dell’Iva negli Stati membri: la Commissione rimanda. E apre un dibattito: prima bisogna arrivare alla semplificazione del sistema troppo eterogeneo della legislazione comunitaria, soprattutto nell’ambito delle riduzioni dell’imposta.

Allo stato attuale, l’Iva è piu’ alta nei paesi del Nord Europa, vedi Svezia e Danimarca, seguiti da Polonia e Finlandia, Francia, Grecia, Germania, Spagna, Lussemburgo e Cipro con il 15%.

Secondo Bruxelles la situazione è troppo complicata. Ci sono troppe deroghe accordate negli ultimi vent’anni.

“La data da me suggerita – ha dichiarato Laszlo Kovacs, commissario europeo agli affari fiscali – la fine del 2010, mi sembra molto conveniente perché coincide con la fine del regime corrente che fissa al 15% il tasso medio dell’Iva ed è anche la data di riferimento per l’applicazione delle riduzioni dell’imposta nei servizi a lavoro intensivo”

Ecco dunque la prima conseguenza della decisione di Bruxelles: rinviata al 2010 la riduzione dell’Iva nel settore della ristorazione in Francia.