ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il sesso nei film fa discutere l'Europa

Lettura in corso:

Il sesso nei film fa discutere l'Europa

Dimensioni di testo Aa Aa

Promuovere il cinema europeo attraverso il sesso. Un modo come un altro per diffondere la cultura, a giudizio della Commissione di Bruxelles. Una scelta pornografica secondo alcuni parlamentari, non solo polacchi. Fa discutere lo spot di 44 secondi diffuso in Internet che raccoglie 18 spezzoni monotematici di alcuni tra i migliori film europei degli ultimi anni. É indignato Maciej Giertych, deputato ultraconservatore polacco. “Questo significa promuovere il sesso nei film. Ovvio. Non solo quello naturale, normale, eterosessuale, ma anche quello omosessuale che, ovviamente, non dovrebbe essere sostenuto. Tutt’altro”.

Chi ha visto il filmato sul Web non si scandalizza nè delle scene, nè del sesso dei protagonisti. “Di solito l’Unione europea fa cose noiose o convenzionali che raggiungono solo determinate fasce di utenti. Invece clip come questo magari possono shoccare ma almeno raggiungono un maggior numero di persone”.

A nome dell’intera Commissione europea, parla il portavoce, Martin Selmayr. “I film inseriti nel promo possono essere visti tutti i giorni nelle Tv e nei cinema di qualunque paese europeo. É questo che ci distingue, un po’, dagli Stati Uniti. Noi, al cinema, possiamo vedere anche scene erotiche. Fanno parte di alcuni tra i film europei di maggior successo”. Il clip si chiude con un invito alla condivisione e alla simultaneità, rivolto anche ai polacchi: “Veniamo insieme”.