ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Gli allarmi si moltiplicano. E' rischio psicosi dopo gli attacchi del fine settimana

Lettura in corso:

Gli allarmi si moltiplicano. E' rischio psicosi dopo gli attacchi del fine settimana

Dimensioni di testo Aa Aa

Ora il rischio è che esploda una psicosi. Si moltiplicano in Gran Bretagna i falsi allarmi, di pari passo con l’aumentare dei controlli per la sicurezza. Dopo i mancati attentati del fine settimana, a Londra e a Glasgow, oggi la polizia ha sequestrato e fatto saltare con eplosioni controllate 3 auto sospette parcheggiate davanti alla moschea di Glasgow.

La massima attenzione si concentra sui luoghi affollati come stazioni e aeroporti. Il terminal 4 dello scalo londinese di Heathrow è stato evacuato stamattina a causa di un pacco sospetto. Constatata l’assenza di pericolo, i bagagli di tutti i passeggeri sono stati ricontrollati prima degli imbarchi.

La presunta matrice islamica degli attacchi costringe la comunità britannica da un lato a doverosi distinguo, dall’altro alla massima vigilanza. Daoud Abdullah, del Consiglio Musulmano Britannico: “Siamo tutti chiamati in causa, condividiamo tutti la repsonsabilità di vigilare e denunciare”.

La indagini intanto sembrano giunte a un punto di svolta, con l’arresto di un ottavo uomo all’aeroporto di Brisbane, in Australia. Si tratta di Moahmed Hanif, d’origine indiana. Ancora una volta, su 8 persone, un giovane di meno di 30 anni. E ancora una volta un medico.