ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Trattato, la presidenza portoghese minimizza il rischio-Polonia

Lettura in corso:

Trattato, la presidenza portoghese minimizza il rischio-Polonia

Dimensioni di testo Aa Aa

Per la presidenza portoghese dell’Unione europea, la Polonia non rappresenta un rischio. Il primo ministro Josè Socrates, prendendo dalla Germania il testimone di capo dell’Unione, ha minimizzato le obiezioni di Varsavia sull’intesa raggiunta sul nuovo trattato europeo destinato a rimpiazzare la costituzione bocciata.

Già dal 23 luglio, la conferenza intergovernativa comincerà a lavorare sul trattato che cambierà le regole di funzionamento dell’Unione. “Il nostro obiettivo è concludere il più rapidamente possibile – ha detto Socrates -. E’ quello che l’Europa si attende da noi: che facciamo un lavoro rapido. Dobbiamo lavorare efficacemente per approfittare della dinamica impressa dall’accordo raggiunto nell’ultimo consiglio europeo”.

“I Capi di Stato e di Governo si sono riuniti – gli ha fatto eco il presidente della Commissione Josè Barroso, anche lui portoghese – e qualche giorno dopo rimettono in discussione quello che è stato deciso all’unanimità? E’ impensabile. Sinceramente, credo che nessuno possa fare nemmeno l’ipotesi di ridiscutere gli accordi”. Nel corso della prima riunione di lavoro con la Commissione, svoltasi a Oporto, la presidenza portoghese ha fissato l’agenda del semestre. In politica estera, spicca il primo summit tra Europa e Brasile e il rilancio di un rapporto strategico con l’Africa.